This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner you agree to the use of cookies.
Caricamento…

Mediobanca e le relazioni economiche internazionali dell’Italia

  • Curatore: Giovanni Farese
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Luogo di pubblicazione: Milano
  • ISBN: 978-88-941053-2-2

Farese ricostruisce, nelle tre parti in cui si articola il volume, altrettanti aspetti delle attività internazionali di Mediobanca: la ricerca di partner esteri, che si concretizza nella seconda metà degli anni Cinquanta dopo molti sforzi condotti da Enrico Cuccia e da Raffaele Mattioli con l’ingresso nel capitale di Mediobanca di un gruppo di banche estere e nella creazione di un patto di sindacato fra le tre banche di interesse nazionale e i soci privati italiani e stranieri; le numerose iniziative assunte dalla Banca, sia nel campo dei finanziamenti all’esportazione sia nella costituzione di una serie di società in vari paesi dell’Africa subsahariana, volte a favorire l’inserimento di imprese italiane nello sviluppo del continente; infine, la rete di contatti che Enrico Cuccia sviluppò fin dai primi anni di attività della Banca con una serie di personalità straniere appartenenti al mondo finanziario, ma non solo.

Mentre le vicende dell’ingresso nel capitale della Banca di partner esteri erano, sia pure nelle loro linee essenziali, in parte note, l’ampiezza delle iniziative estere della Banca e l’intensità dei contatti internazionali di Enrico Cuccia fanno emergere molti aspetti dell’attività dell’Istituto finora poco noti, ma degni di studio.

La prospettiva assunta dall’autore è di carattere internazionale. Il libro, infatti, colloca le intuizioni e le scelte delle personalità che furono alla guida della Banca e che contribuirono alla ricostruzione del paese dopo la Seconda guerra mondiale in un contesto più ampio: quello dei vincoli posti dal quadro politico della guerra fredda e delle possibilità economiche via via aperte dalla distensione tra i due blocchi, dalla decolonizzazione, dal mercato europeo tutti processi che Mediobanca seppe leggere per tempo, non di rado in anticipo rispetto ad altri attori nazionali ed esteri.

Il video dell'evento del 21 gennaio 2021

Il video dell'evento del 21 aprile 2021